sabato 28 gennaio 2012

Cenci di Carnevale. Ricetta dei dolci toscani per la festa delle maschere

I cenci sono la versione toscana delle chiacchere o frappe, tipici dolci preparati durante il periodo del Carnevale. Si ritiene che la prima ricetta sia da far risalire all'epoca degli antichi Romani, che nello stesso periodo in cui oggi noi festeggiamo il Carnevale, erano soliti mangiare i “frictilia”, leccornie fritte nel grasso di maiale. La parola “cencio” invece ha origini antiche, molto probabilmente fiorentine, ma il suo uso si è diffuso in tutta la Toscana. I dolci carnevaleschi hanno infatti la forma di un pezzo di stoffa.

Tale nesso si può ricollegare agli abiti delle maschere italiane più rinomate, in particolare Arlecchino e Colombina, personaggi della Commedia dell'Arte, e visto che siamo in Toscana, di Burlamacco, maschera ufficiale del Carnevale di Viareggio. Consultate il post sul Carnevale di Viareggio 2013.
Ma ecco qua la ricetta dei Cenci di Carnevale di Vivere la Toscana:

Cenci di Carnevale


Ingredienti
500 grammi di farina
3 uova (2 intere e 1 tuorlo)
4 cucchiai di zucchero
50 grammi di burro (sciolto in un pentolino)
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina
1 bicchierino di vin santo o altro liquore per dolci
scorza di 1 limone o di mezza arancia
olio per friggere
zucchero a velo per guarnire

Preparazione
Disporre la farina a fontana su una spianatoia. Al centro porre le uova e lo zucchero, iniziando a mescolare. Aggiungere il burro, il pizzico di sale, il liquore, la scorza di limone/arancia ed infine la vanillina setacciata. Impastare bene fino ad ottenere un impasto di densità media. Lasciar riposare la pasta per circa mezz'ora. Stendere la pasta con il matterello o con la macchinetta fino ad ottenere uno spessore di pochi millimetri. Tagliare la pasta a rombi e friggere in olio bollente. Preparare un piatto con carta assorbente per eliminare l'olio di frittura dai cenci caldi. Una volta che i dolci avranno raggiunto la temperatura ambiente, spolverare con zucchero a velo e servire in tavola.
Vi consigliamo di leggere anche questo post sui cenci di carnevale e di sorseggiare i cenci con un passito toscano!
Buon appetito e buon Carnevale da Vivere la Toscana!

Nessun commento:

Posta un commento